Home » Software » Siemens PLM Software » Simcenter 3D » Analisi Multi Body » Controllo delle Interferenze
Controllo delle Interferenze2019-01-18T15:04:38+01:00

Simcenter 3D : Controllo delle Interferenze

Prendere decisioni progettuali migliori con NX Motion e l’integrazione col CAD

Durante la progettazione di nuovi assiemi, è necessario considerare lo spazio a disposizione in opera per l’assemblaggio e se i componenti interferiscono con la geometria circostante. Molti pacchetti CAD includono controlli di interferenza che funzionano insieme con una soluzione cinematica, ma cosa succede se il montaggio comprende oggetti come boccole o tubi che introducono un elemento di flessibilità al sistema? Il controllo delle interferenze basato sulla sola analisi cinematica non è in grado di risolvere questo tipo di problemi

Simcenter 3D riesce a risolvere questi problemi perché fornisce un vero risolutore dinamico multi-body in grado di calcolare lo spostamento e la posizione dei componenti del gruppo collegati a molle, boccole e corpi flessibili. Inoltre, Simcenter 3D rende semplice e veloce l’analisi del movimento direttamente all’interno dell’ambiente NX perché può convertire automaticamente un gruppo di geometrie CAD in un modello di movimento. Utilizzando direttamente la geometria, è possibile ottenere una vera comprensione di come il meccanismo si comporterà nel suo ambiente operativo, e determinare se sia necessario apportare modifiche al progetto al fine di evitare problemi di interferenza.

Controlli dell’interferenza

I controlli dell’interferenza sono importanti quando è coinvolto il movimento della parte, come il movimento di una sospensione automobilistica o il meccanismo di un carrello di atterraggio degli aeromobili. È fondamentale individuare le potenziali interferenze su tutto il campo di movimento del prodotto, e nel caso tenere conto dei componenti flessibili che aggiungono deformabilità al sistema.

Informazioni Accurate

NX Motion con corpi flessibili non solo permette di determinare se si verifica una condizione di interferenza dovuto alla deformabilità della parte, ma dice anche esattamente dove si verifica l’interferenza e durante quale istante del ciclo di movimento. Questo permette di affrontare il problema con precisione, risparmiando tempo prezioso e aumentando la capacità di risolvere il problema senza passare attraverso numerose iterazioni e test fisici.